La Grotta dello Smeraldo ad Amalfi

La Grotta dello Smeraldo ad Amalfi è uno di quei luoghi in cui la bellezza della natura si accompagna in modo mirabile a una storia unica, quasi leggendaria.

La natura ha creato, a pochi chilometri da Amalfi, nel territorio di Conca dei Marini, una piccola cavità carsica che è stata parzialmente invasa dalle acque del mare. Quando i raggi del sole filtrano all'interno della Grotta dello Smeraldo attraverso la fenditura che la collega all'esterno, la luce assume sfumature magiche, colorando lo spazio di mille riflessi cristallini.

Una vicenda leggendaria

La scoperta della Grotta dello Smeraldo è molto singolare, e ha contribuito negli anni ad alimentare il suo mito. Da generazioni, nell'area, si vociferava della presenza di una grotta misteriosa, ma nessuno era mai riuscito a dimostrarne l'esistenza. Fino al 1932, quando il pescatore Luigi Buonocore scoprì casualmente la cavità, diventando praticamente una celebrità grazie alla portata della sua scoperta.

In epoche remote, la grotta si trovava probabilmente al di sopra del livello del mare e al suo interno si sono formate numerose stalattiti e stalagmiti, tuttora visibili. La Grotta dello Smeraldo ospita anche un presepe sottomarino con statue di ceramica, dove ogni anno dei subacquei portano fiori nel periodo di Natale.

Dove si trova la Grotta dello Smeraldo

La Grotta dello Smeraldo si trova in località Conca dei Marini, a pochi chilometri da Amalfi. Il paesino in sé merita a prescindere una visita, con le sue casette bianche affacciate sul mare e l'aura romantica da piccolo borgo di pescatori.

L'ingresso della grotta si trova a circa 3 chilometri dalla cittadina di Praiano, lungo la strada statale numero 163, la panoramica strada litoranea che collega i paesi della Costiera Amalfitana.

Come visitare la Grotta dello Smeraldo

La grotta può essere visitata sia da terra che dal mare. Nel primo caso, può essere raggiunta anche in autonomia, lasciando la macchina in un piccolo parcheggio lungo la SS 163, L'accesso alla Grotta dello Smeraldo avviene attraverso delle scale o un'ascensore.

Dopo aver pagato il biglietto, si accede alla cavità, raggiungendo un piccolo molo con delle barchette sulle quali avviene la visita guidata, della durata di circa mezz'ora. Se non disponete di un'auto, potete organizzare un transfer privato, oppure prevedere la visita nell'ambito di un tour con driver della Costiera Amalfitana.

Informazioni pratiche per visitare la Grotta dello Smeraldo

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 15. Il lunedì dalle 9 alle 14.30.
Biglietto: 5 euro a persona
La Grotta dello Smeraldo rimane chiusa in caso di condizioni meteo-marine avverse.

In alternativa, è possibile accedere alla Grotta dello Smeraldo anche dal mare, con uno dei battelli che partono dal porto di Amalfi (al molo Pennello) ogni giorno. Il prezzo della corsa è di 10 euro andata/ritorno, e non include il biglietto di ingresso alla grotta.

Un'altra soluzione, la più comoda e flessibile, per visitare la Grotta dello Smeraldo, consiste nel noleggiare una barca con skipper e inserirla nel proprio itinerario, facendosi accompagnare all'ingresso della cavità. Alche alcuni tour in barca di gruppo, con partenza da Amalfi, Positano o altre località della Costiera Amalfitana, prevedono una sosta alla Grotta dello Smeraldo.

Prenota un tour in barca che include la visita della Grotta dello Smeraldo

Quando visitare la Grotta dello Smeraldo

Come per tutte le destinazioni della Costiera Amalfitana, vale il consiglio di evitare, potendo, il mese di agosto e i fine settimana estivi, per evitare di restare imbottigliati nel traffico o di dover aspettare molto tempo all'imbarco.

Se ne avete la possibilità, scegliete una giornata di mare molto calmo e cielo terso, perché le sfumature smeraldine della Grotta si apprezzano meglio con una buona luce e quando la superficie del mare è piatta.

La Grotta dello Smeraldo rimane chiusa se le condizioni atmosferiche e quelle marine sono proibitive.